Sonia Marongiu abdica dal trono tricolore di cross MF35

di Nicola Severini

Bella manifestazione quella messa su dall’Atletica Monza, realizzata in un contesto unico ed ameno come il Parco Reale e in una splendida giornata di sole. Il percorso lungo duemila metri, si presentava in ottime condizioni ed ha tenuto per tutto la manifestazione, anche se era piuttosto impegnativo per i tanti saliscendi previsti. Oltre 1.500 gli atleti classificati, con gare a dir poco battagliate e spettacolari e un tifo da stadio lungo tutto il percorso.

La prima batteria della lunga giornata tricolore è stata quella che vedeva in gara le donne “over 45” assieme alle TF (atlete “under 35”). Nel primo giro dei due previsti per le donne, mentre in testa le più giovani si davano battaglia, a metà del gruppo transitava una grintosissima Liviana Piccolo, che primeggiava tra le MF65, seguita dalle altre due venete Agnese Bombardieri e Marisa Toson. Al traguardo la portacolori della New Foods Verona arrivava al traguardo con l’ottimo crono di 19’25” andando a centrare il titolo italiano tra le MF65. Solo l’undicesima piazza, invece, tra le MF 60 per Agnese Bombardieri (Assindustria Rovigo, 20’54” per lei), mentre una rimontante Marisa Toson (Città di Padova, 21’12”) conquistava la quindicesima posizione nella stessa categoria.

Ma la gara top della manifestazione a livello femminile era quella che vedeva in tenzone le categorie MF35, MF40 e MF45. Partiva tra le favorite d’obbligo Sonia Marongiu, dopo la cavalcata vincente dello scorso anno a Polpenazze sul Garda e il tris tricolore della scorsa annata agonistica. Infatti la saccense prendeva subito la testa della gara, allungando il gruppo delle concorrenti. Si arrivava al primo passaggio sulla terribile salitella prevista a metà del giro e Sonia dava un deciso strappo al quale reagiva solo Palma De Leo, una nota e forte atleta calabrese. Passaggio forsennato al primo km in 3’31” e col duetto a farsi compagnia fino alla fine del primo giro, mentre il resto delle contendenti al titolo erano distaccate di circa 30 metri. Ma appena iniziato il secondo ed ultimo giro della gara la Marongiu andava in “black out”, un po’ per il ritmo tremendo impresso alla gara dalla De Leo e forse un po’ anche al dazio da pagare per il suo ultimo anno di categoria. Da quel momento in poi erano in tante a sorpassarla, tra le quali anche le venete Manuela Moro (Vittorio Veneto) e Simona Buzzacchero (Runners Zanè). Al traguardo Palma De Leo (Gs Lammari) conquistava la categoria MF35, andando a chiudere in 15’01” con un vantaggio di 12” sulla prima inseguitrice (e vincitrice della MF40) Cinzia Zugnoni. Manuela Moro riusciva a salire sul podio, centrando la terza piazza tra le MF40, mentre Simona Buzzacchero e Sonia Marongiu giungevano rispettivamente quarta e quinta tra le MF35.

A seguire si svolgevano le varie batterie maschili, con parecchi atleti veneti, tra i quali l’amico Antonello Satta tra gli MM55 e un nutrito ed agguerrito gruppetto dell’Atletica Ponzano. Da rimarcare il bel successo di Dario Rappo (Masteratletica), che dominava letteralmente gli MM65 e con l’ottimo crono di 23’10” con cui completava i circa sei km di gara. Complimenti ai neo campioni d’Italia veneti e ad maiora a tutti per le prossime sfide tricolori!

Vai alla fotogallery

Per vedere tutti i risultati clicca QUI

Lascia un Commento