11 settembre 2016 – Henry Kimtai Kibet da record a San Giorgio delle Pertiche, mentre Giovanna Ricotta beffa Maurizia Cunico

(Daniele Pagnutti) Un Diecimila del Graticolato da record: a San Giorgio delle Pertiche è andata in scena una gara di altissimo contenuto tecnico, che ha visto il trionfo del keniano Henry Kimtai Kibet, capace di correre la distanza sotto la mezzora (29’48″ il suo crono finale) e di cancellare il precedente primato di Paolo Zanatta (30’16″ nel 2014). In campo femminile è arrivata l’ennesima vittoria di Giovanna Ricotta, che però stavolta ha dovuto battagliare fino agli ultimi metri con la vicentina Maurizia Cunico.
La corsa, organizzata dalla Foredil Padova con la supervisione di Diego Bovolato, aveva l’omologazione nazionale ed era valida anche quale campionato regionale individuale sui 10 chilometri ed inoltre come ottava (e penultima) tappa del circuito Fidal Padova Corre.

Sontuoso il campo di partenza maschile: oltre a Kibet, c’erano Ahmed Nasef, Andrea Sanguinetti, Marco Pettenazzo, Diego Avon, Francesco Duca, Matteo Penazzato, Gianluca Pasetto e Matteo Gobbo, solo per citare i migliori. Fra le donne, detto di Ricotta e Cunico, spiccavano anche i nomi di Silvia Sommaggio, Nadia Dandolo, Laura Dalla Montà, Stefania Disconzi, Manuela Moro e Giulia Pizzo. Nella parte iniziale Kibet, Nasef, Sanguinetti e Avon imponevano il ritmo, facevano la selezione; si staccavano tutti gli altri anche se Penazzato e Duca provavano a reggere il ritmo. Verso metà gara però abbandonava Avon, il quale pagava il fatto di aver corso in pista la sera prima; Kibet era indiavolato e teneva un passo inferiore ai 3′/km, pian piano anche Sanguinetti doveva cedere terreno e al sesto chilometro anche Nasef era costretto a lasciar andare il keniano, il quale sprintava fino all’arrivo per chiudere sotto i 30′. Sanguinetti era terzo, davanti a Penazzato e Duca.

Nella gara femminile Cunico e Ricotta facevano la selezione fin dall’inizio, con un ritmo sotto i 3’40″/km; la padovana (reduce dalla vittoria di sabato sera nell’ora di Martellago) si teneva al coperto e si limitava a seguire la vicentina. Alle loro spalle inseguivano Sommaggio e Dalla Montà; più indietro c’erano le veronesi Disconzi e Moro. Al settimo chilometro Cunico faceva un cambio di ritmo e staccava Ricotta, la quale però recuperava nel finale e superava la rivale ben prima dell’ultimo rettilineo. Terza era la solita inesauribile Sommaggio, davanti all’aponense Dalla Montà, poi Disconzi, Moro e Pizzo.

Per quanto riguarda il circuito Padova Corre, questa la situazione di classifica ad una gara dal termine. Fra i senior maschili, Matteo Penazzato ha già vinto matematicamente; e anche negli over 35, Michele Bedin è sicuramente primo. Negli over 45 Ulisse Damo è praticamente irraggiungibile; invece fra gli over 55, Antonello Satta (278) e Lorenzo Pertile (266) dovranno scartare 32 punti, mentre Paolo Toscano (258) e Giorgio Centofante (250) potranno incamerare punteggio pieno ad Albignasego. Infine, negli over 65, Dario Rappo è nettamente favorito.

Fra le donne, Alessia Danieli è ancora favorita fra le senior, nonostante abbia saltato le ultime tre gare; nelle over 35, Stefania Disconzi (293) dovrà scartare 38 punti, mentre Viviana Zago (255) e Giovanna Ricotta (250) potranno aggiungere tutti i punti conquistati. Giochi fatti nelle categorie over 45 e over 55, perché Silvia Sommaggio e Carla Faggin sono ormai irraggiungibili.

Risultati – Uomini: 1. Henry Kimtai Kibet (Val Brembana) 29’48″, 2. Ahmed Nasef (Atletica Desio) 30’33″, 3. Andrea Sanguinetti (Fiamme Oro) 32’36″, 4. Matteo Penazzato (Riviera del Brenta) 32’39″, 5. Francesco Duca (Vodo di Cadore) 32’48″. Donne: 1. Giovanna Ricotta (Active Running) 36’37″, 2. Maurizia Cunico (Runners Zanè) 36’44″, 3. Silvia Sommaggio (Città di Padova) 37’32″, 4. Laura Dalla Montà (Valsugana Trentino) 38’59″, 5. Stefania Disconzi (New Foods Verona) 39’47″.

Vai alla fotogallery

Tutti i risultati QUI

Tutte le classifiche di Padova Corre QUI

Campioni regionali maschili – Juniores: Giorgio Lovo (Città di Padova); Promesse: Alessandro Burlini (Assindustria Padova); Seniores: Andrea Sanguinetti (Fiamme Oro); M35: Alvaro Zanoni (Vittorio Veneto); M40: Francesco Duca (Vodo di Cadore); M45: Stefano Bergo (Runners Padova); M50: Ioan Nicolae Stir (Active Running); M55: Giorgio Centofante (Riviera del Brenta); M60: Maurizio Marchetti (Avis Taglio di Po); M65: Adriano Liviero (Avis Taglio di Po); M70: Giorgio Marchesano (Team Italia); M75: Giuseppe Zonta (Bassano Running). Femminili – Juniores: Veronica Perin (Libertas Sanp); Promesse: Beatrice Cortese (Assindustria Padova); Seniores: Giulia Pizzo (Assindustria Padova); F35: Maurizia Cunico (Runners Zanè); F40: Giovanna Ricotta (Active Running); F45: Silvia Sommaggio (Città di Padova); F50: Maria Busa (Ana Vicenza); F55: Carla Faggin (Salcus); F60: Concetta Messina (Vicenza Runners); F65: Liviana Piccolo (New Foods Vr).

Salva

Info su Daniele Pagnutti

Ho 60 anni e vivo a Padova; faccio il giornalista dal 1983. Attualmente collaboro con il Gazzettino di Padova e con la rubrica televisiva "Verde a NordEst". Svolgo anche attività di ufficio stampa. Mi piacciono vari sport, fra cui il podismo, che ho iniziato a seguire in modo continuativo nel 2008. E mi sono così appassionato da imbarcarmi in questa impresa, senza la pretesa di sfidare i supercolossi del settore...
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento